piemonte - nuovo da sempre

Home

Il territorio della dorsale dell’Assietta ha rappresentato per l’uomo, fin dai tempi più remoti, uno spazio insediativo insieme ingrato e generoso che, lungo i secoli, ha visto costituirsi comunità dal ricco patrimonio storico, culturale e naturale, fondate su solidarietà morali e materiali.

divieto di transito e orari
Scarica il PDF dell'ordinanza

Con uno sviluppo di oltre 60 km, la Strada dell’Assietta SP173 e la limitrofa Strada del Colle delle Finestre SP172, unitamente alle loro pertinenze carrozzabili, costituiscono l'asse portante di un complesso viario, spesso sopra i 2000 metri di quota e quasi interamente sterrato, che viene percorso da ciclisti, bikers, escursionisti a piedi o a cavallo ed utenza motorizzata (nei giorni consentiti), dal 1 giugno al 31 ottobre.
Un loro attento uso e conservazione non solo contribuisce a preservare le inestimabili risorse paesaggistiche ambientali che si sviluppano nelle aree protette Orsiera-Rocciavré e Gran Bosco di Salbertrand, ma offre la possibilità di comprendere un territorio e i segni lasciati nel tempo dalle sue genti, lungo un itinerario dall’incredibile esperienza storica, artistica, ambientale e ricreativa.

Per permettere una fruizione corretta e sensibile alle differenti esigenze dei singoli utenti, occorre che tutti si facciano promotori di una circolazione “dolce”, lenta e rispettosa. Il territorio della dorsale dell’Assietta gode di un equilibrio fragile tuttavia ricco di storia e biodiversità: conoscerlo e rispettarlo è un diritto e un dovere di tutti.